domenica 5 febbraio 2017

New York - Il mio viaggio di nozze.. Parte Seconda

Buongiorno e bentornate sul mio blog!!!

Nuovo appuntamento, questa volta dedicato ancora alla mia favola, al mio sogno diventato realtà, alla mia luna di miele a New York.
Nel primo post dedicato al mio viaggio di nozze (se ve lo siete persi cliccate qui) vi ho raccontato la New York adulta, maestosa, fiera e ferita.. Oggi invece voglio mostrarvi la mia New York folle, divertente, instancabile.. UNICA!!!!  Non voglio però che questo post si trasformi in un racconto oggettivo, freddo, distaccato.. non sarò insomma una guida turistica.. voglio piuttosto parlarvi a cuore aperto, raccontandovi degli attimi che più mi hanno emozionato, degli scenari che ancora oggi mi fanno esplodere il cuore e di tutto ciò che mi ha rubato un pezzetto di anima.

Pronti??? SI PARTE!!!!

Ricordo ancora quanto andasse forte il mio cuore pochi secondi prima di uscire dalla metro, nel nostro primo giorno nella grande mela. Restare con  il naso per aria è certo, sentirvi dentro ad un film è più che sicuro.. è stata una emozione indescrivibile.. So solo che avevo il telefono in mano poichè rassicuravo mia mamma raccontandole che il viaggio era andato splendidamente.. e all'improvviso ho iniziato a scattare foto, mentre giravo su me stessa, mentre mi perdevo in questo spettacolo.. il nostro Hotel era qui:






Sembrava un sogno.. ma era la realtà. Marito e moglie, a New York. Ok va tutto bene, ok è tutto stupendamente vero.. Ci dirigiamo verso l'hotel, un 4 stelle superior. La nostra camera con vista era al 28 piano.. la vista.. waw che vista.. L'Empire State Building ci dava il buongiorno e la buonanotte ogni giorno.. cosa volere di più??



Ed eccolo imponente e maestoso l'Empire State Building vestito del nostro tricolore.. ogni notte cambiava colore, era stupendo osservarlo dal lettone della nostra camera prima di chiudere gli occhi..


Adoravo così tanto ammirare il panorama che il mio posto preferito per chiamare casa era proprio li.. arrampicata accanto al finestrone.. foto scattata dal marito, perdonate il calzino poco fashion.. :)

Cosa ho amato follemente di New York??? LE LUCI DURANTE LA NOTTE.  L'Atmosfera, la frenesia, l'entusiasmo .. è una città che davvero non dorme mai, è una città piena di angolini che puoi scoprire sempre, è una città piena di allegria, di romanticismo.

Le luci.. come non amare luoghi del genere..




E qui noi.. immersi nel caos e nel delirio di un sabato a Times Square..


Ma ci sono state notti in cui le luci e ciò che ho visto mi hanno segnato cuore e anima, e che ancora oggi mi emozionano..


Freedom Tower.. da brividi.. 

Ma New York vuol dire anche SHOPPING!!!!

E allora scateniamo l'inferno ragazze, perchè a New York i risparmi di tutta la vostra vita possono volatilizzarsi nel giro di un ora (o forse meno..) ..

Qui c'è tutto.. qualsiasi cosa voi stiate desiderando, sognando o semplicemente immaginando.. a New York la troverete.. Ho perso la testa dentro ai più famosi centri commerciali del mondo.. da Macy's a Saks, per non parlare dei mono-marca enormi, giganteschi, aperti fino all'alba e con dentro il delirio a tutte le ore!!! 

Il gigantesco punto Forever 21 a Times Square



Il Macy's più grande del mondo

Saks, sulla 5 Av

Trattenersi non è stato facile.. resistere e non dilapidare tutte le entrate ricevute per il matrimonio e tutti i nostri stipendi è stato davvero complicato per me..

Ma a qualcosina non ho saputo resistere...



Ho dedicato un post specifico al mio shopping a New York, per cui se ve lo siete perse, non dovete fare altro che cliccare qui. .

New York ha dei ritmi che definire frenetici è decisamente riduttivo.. ogni tanto abbiamo quindi optato per mete molto più rilassanti.. romantiche.. semplici..

Central Park è sempre una buona idea!!!

Mi aspettavo un semplice parco, ci ho lasciato il cuore.
Niente di più romantico che una passeggiata costeggiando il Jacqueline kennedy Onassis Reservoir, un lago incantato, fiabesco.. da sogno. 




Nessun filtro, nessuna modifica alle foto.. semplicemente magia!!


E'stata una mattina semplicemente unica.. il cielo brillava, la pace di un posto di simil bellezza dentro alla città più caotica di sempre.. perfetto!!

E come non passare le ore a giocare con loro..



Cicciotti e tenerissimi, migliaia di scoiattoli popolano Central Park. Non temono l'uomo al contrario, si avvicinano con estrema facilità incuriositi e sereni..

E a proposito di relax voglio concludere questo post mostrandovi quello che considero il 'nostro angolino' di relax... parlo di Briant Park.

Briant Park è un parco molto più contenuto nelle dimensioni rispetto al celeberrimo Central park di cui sopra, ma delizioso nelle abitudini e nella sua organizzazione. Rappresenta secondo me il più alto valore di civiltà e di rispetto, tipici della mia amata New York.

Tantissimi tavolini in ferro battuto con deliziose sedie abbinate, nelle quali è possibile accomodarsi e rilassarsi senza nessun obbligo di consumare alcunché nei numerosi chioschi o bar disseminati a pochi passi, e nei quali è possibile giocare con i più svariati giochi di società messi gratuitamente a disposizione di chiunque lo desideri. Da forza 4, a jenga, dalla dama agli scacchi, persino un mini campo da golf attrezzato con buche perfette, palline e mazze di ogni genere.

Nessun pezzo mancante, nessun gioco rotto o compromesso, il rispetto delle persone era palese. Tutti giocavano, si rilassavano, e dopo riponevano il gioco nella sua scatola, prima di lasciare il loro tavolo, pulito ed ordinato.




Quanto sarebbe durato da noi un parco del genere?? preferisco non rispondere..

So solo che questo posto mi è restato nel cuore, si trova ad un solo isolato dal nostro hotel, ed è stato il nostro rifugio quasi ogni fine sera, per riposarci, per riprenderci a fine serata, giocando, o semplicemente chiaccherando come tanto ci piace fare. Cose semplici e per questo perfette, cose da Marco e Lory.

Anche questo post volge al termine.. spero di avervi tenuto compagnia.. e di avervi portato un pò con me in questo bellissimo viaggio. Io vi mando un grosso bacio e vi aspetto sempre qui.

A presto, Lory.


10 commenti: